La teoria delle 5 Trasformazioni o Movimenti in MTC

5 trasfomazioniSiamo ormai entrati nella stagione autunnale e l’energia dentro di noi e attorno a noi tende a trasformarsi con movimenti di interiorizzazione, di concentrazione, di condensazione. Si raccolgono le energie e le risorse per affrontare l’inverno. Nella rubrica di questa settimana SHIATSU & DINTORNI inizierò ad affrontare l’argomento di come l’energia si trasforma ciclicamente. Nelle rubriche successive, poi, farò gli opportuni approfondimenti. Esprimo profonda gratitudine a tutti coloro che condivideranno il mio post di oggi.

L’osservazione attenta dei fenomeni naturali e delle loro trasformazioni ha fatto sì che i Cinesi vi trovassero analogie e “risonanze” con i processi fisiologici e patologici dell’organismo umano. Per spiegare tali risonanze si sviluppò, intorno al 300 a.C. la teoria dei Cinque Elementi o, come vedremo più avanti, più correttamente, i 5 MOVIMENTI o TRASFOMAZIONI. LEGNO, FUOCO, TERRA, METALLO e ACQUA simbolizzano le trasformazioni, le “fasi” energetiche prodotte sulla Terra dalla dinamica delle 2 forze antagoniste ma complementari YIN –YANG. Tra il cielo e la terra si trova l’uomo e, per conseguenza, l’energia dell’uomo e di tutti gli esseri viventi di questo mondo è influenzata da questa combinazione di energie da cui deriva la formazione del mondo vivente ed il succedersi ciclico dei fenomeni: nascita, crescita, trasformazione, invecchiamento e morte degli esseri.

La concezione occidentale del tempo (un procedere lineare ed irreversibile verso l’ infinito) differisce da quella cinese, che pensa al tempo come ad un’ EVOLUZIONE CICLICA, ad un eterno ricominciare; pertanto, è rappresentata da un CERCHIO e non da una retta.

Nella teoria delle 5 trasformazioni o movimenti è espressa un’idea di azione ecco perché la giusta traduzione è Cinque Movimenti o Cinque Fasi in quanto la modalità dell’evoluzione e della trasformazione dei Cinque Elementi, legno, fuoco, terra, metallo e acqua, sono regolate dal binomio yin -yang. L’Acqua e il Fuoco simboleggiano la totale opposizione dello yang e dello yin nei loro valori estremi (grande yin, grande yang).

Non bisogna però confondere la teoria appena esposta con il concetto di Elementi tradotto da Matteo Ricci (1552-1610), uno dei primi studiosi occidentali di Medicina Cinese, che aveva colto una somiglianza con i 4 Elementi (Aria, Fuoco, Terra ed Acqua) che affondano le proprie radici nella Filosofia cosmologica pre-socratica.

Agganciandoci a quanto prima esposto, l’interagire delle due forze YIN e YANG portano ad un succedersi ciclico dei fenomeni e nella prossima rubrica approfondiremo ognuno degli archetipi della Teoria delle 5 Trasformazioni partendo dall’elemento METALLO legato proprio alla stagione in cui siamo: l’autunno.

(Articolo da me elaborato per la mia Rubrica SHIATSU & DINTORNI  e pubblicato in FB dall’Associazione Culturale APS  VIemozioneRete,  per la quale gestisco il web e i social in qualità di socio).

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.