Il Qi (Ki) “氣” e il suo significato in MTC

imagesEsiste una sola parola che pur nella sua brevità riassume tutti i concetti filosofici relativi all’energia e questa parola, in Medicina Tradizionale Cinese (MTC), è Qi (Ki in giapponese), il motore che anima tutti i fenomeni della natura. Il termine Qi può essere tradotto in vari modi: soffio, energia vitale, fluido, vapore. L’ideogramma che lo rappresenta è diviso in due parti: la parte superiore simboleggia il vapore/ fragranza che si eleva sopra una ciotola di riso fumante. Quest’ultima, nell’ideogramma, è la parte inferiore, rappresentata da un  chicco di riso o cereale che scoppia ed emana il proprio profumo, quasi a voler simboleggiare la funzione di NUTRIMENTO dell’energia.

Da un’analisi globale, quindi, si evince che la parte superiore dell’ideogramma rappresenta l’aspetto immateriale, il vapore che innalzandosi e condensandosi verso il cielo diventa il principio generatore di ogni cosa, mentre la parte inferiore dell’ideogramma, rappresentata dal riso fumante, è invece l’elemento più materiale dell’energia, quella legata alla terra, madre e nutrice. Questo ad indicare che esistono, in tutte le cose, le due facce della medaglia, lo YIN e lo YANG, l’aspetto materiale e quello immateriale.

Per la MTC si possono individuare molti  “tipi”  di  Qi, da quello originario e globale (la yuan qi) ad altre manifestazioni  sempre più specializzate che  influiscono  sul  nostro  corpo  e  sulla  nostra  mente:  essi  vanno  dal  più  sottile  e  rarefatto  al  più  denso  e  solido.  Tutti  i  vari  tipi  di  Qi,  tuttavia,  sono  un  unico  Qi  che  semplicemente  si  manifesta  in  forme  diverse,  in  base  alla  forma  che  assume  in  diversi  punti  del  corpo, in  base  alla  funzione  svolta  e  alla sua  origine assume  “etichette”  differenti come  il  Vento,  il  Freddo,  il  Calore  e  l’Umidità.  Inoltre  riscalda,  umidifica  e  in  parte nutre  la  pelle  ed  i  muscoli,  regola  l’apertura  e  la  chiusura  dei  pori  e  quindi controlla  la  sudorazione  e  tramite   essa   la   temperatura corporea.

(Articolo da me elaborato per la mia Rubrica SHIATSU & DINTORNI  e pubblicato in FB dall’Associazione Culturale APS  VIemozioneRete,  per la quale gestisco il web e i social in qualità di socio).

 

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.